Vai al contenuto

Il tradizionale appuntamento annuale di Proposta Comunista quest’anno si terrà a Baveno, grazie alla disponibilità di una famiglia di nostri compagni, Giuliano e Enrichetta. Baveno ridente borgo turistico sulle sponde del lago Maggiore ai piedi del monte Camoscio e del Mottarone è riconosciuto anche per la sua secolare tradizione di coltivazione delle cave di granito e della dura e faticosa arte degli scalpellini. Facile da raggiungere con A26 si trova a 11 km da Verbania, 95 da Milano e 145 da Torino, gode di una incantevole vista sulle Isole Borromee del lago. ...continua a leggere "SABATO 14 SETTEMBRE 2019 ROSSO a BAVENO"

La testimonianza di questi quattro uomini, e quella di tutti coloro che hanno condiviso lo stesso impegno, resterà viva nei cuori e nel lavoro del Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale piemontese

di Marco Travaglini

In questi ultimi mesi sono scomparse alcune personalità che hanno condiviso il lavoro del Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale del Piemonte teso alla conservazione e valorizzazione della memoria storica della Resistenza e alla promozione della conoscenza dei principi che sono alla base della Costituzione repubblicana. Ne ricordiamo brevemente quattro che riassumono, per molti versi, il senso di quest’impegno al quale hanno dedicato gran parte della loro esistenza.

Franco Berlanda. Il 29 giugno è morto Franco Berlanda, il comandante partigiano “Grigia”. Aveva 97 anni. Insigne urbanista, amico di Le Corbusier, Pablo Picasso e Giulio Einaudi, Franco Berlanda progettò, tra le tante cose, anche la torre circolare al Colle del Lys, il monumento che ricorda sia il feroce rastrellamento nazifascista del 2 luglio 1944, nel corso del quale morirono ventisei giovani partigiani della 17ª Brigata Garibaldi ‘Felice Cima’ nella zona, sia i 2024 caduti delle brigate partigiane dislocate nelle valli Susa, Lanzo, Sangone e Chisone durante la guerra di Liberazione. Impegnato fino all’ultimo nell’opera di trasmissione dei valori della ...continua a leggere "LA MEMORIA A TUTELA DEI VALORI DELLA RESISTENZA RICORDO DI QUATTRO PROTAGONISTI"

“Sono sempre con noi ” è il nuovo album della Band del Pian Cavallone che raccoglie storie di donne e uomini resistenti tra il lago Maggiore, la Valgrande e l’Ossola

di Marco Travaglini

In undici brani prendono corpo, tra le parole – spesso in dialetto, sfruttando pienamente l’espressività comunicativa che lo caratterizza – e la musica, i ritratti di donne e uomini che combatterono per la libertà e di luoghi e vicende legate a quei venti mesi che cambiarono l’Italia. La Band del Pian Cavallone, composta da Renato Pompilio (chitarra), Marco Modica (violino), Fabio De March (basso), Luca Maglio (percussioni) e Flavio Maglio (voce), propone un progetto di narrazione musicale che affianca l’esperienza dedicata alla memoria storica con la passione per la musica. Il nome stesso della band rappresenta un omaggio ad una delle prime formazioni partigiane che operò sulle montagne del Verbano. Con uno stile musicale e un linguaggio moderno la Band fa rivivere emotivamente le vicende di Nino Maglio, partigiano in Valgrande, di Emilio Cantalupi (Balilla), degli inseparabili Gianni Majerna e Arialdo Catenazzi, del giovanissimo Beniamino Cobianchi, trucidato a soli 15 anni, di Augusta Pavesi e Antonio Mozzanino (Fulmine), anch’essi uccisi dai fascisti. Nei testi si parla di Renato Colombo, deportato a Dora Mittelbau, ...continua a leggere "LA MEMORIA DELLA RESISTENZA NELLA MUSICA DELLA BAND DEL PIAN CAVALLONE"

Pubblicazione non periodica a cura di ass. culturale Proposta Comunista - Maggiora (NO) - CF e PIVA 91017170035 Privacy Policy